Il fascino
della Storia

Radici e memorie dell’Hotel Arnika Wellness e del Passo San Pellegrino

La storia dell’Hotel Arnika Wellness inizia con Renato de Pellegrini, nato a Fuciade nel 1926. Cresciuto in una famiglia povera, fin da giovane contribuì al sostentamento familiare, dapprima chiedendo l’elemosina e poi come portatore di viveri da Falcade al Passo San Pellegrino. Dopo una serie di avventure, tra cui un lavoro in un panificio al passo del Brennero, e la fuga fortuita da una fucilazione da parte dei partigiani per la sua appartenenza alla Wehrmacht, per direttissima durante la Seconda Guerra Mondiale, Renato iniziò la sua carriera nel settore dell’ospitalità. Lavorò in diversi hotel prestigiosi, acquisendo esperienza e conoscenza del settore.

Sposatosi nel 1954 con Iva, Renato iniziò la sua avventura imprenditoriale aprendo una ditta di posatura di pavimenti e un negozio di elettrodomestici. Nel 1958, intraprese la gestione di un distributore di carburanti e un bar ristorante, che poi divenne il primo Hotel Arnika. La famiglia de Pellegrini crebbe con l’arrivo dei figli Ivano e Renata, e successivamente di Igor. Renato trasferì la gestione dell’Hotel Arnika al figlio Ivano, e successivamente al nipote Giovanni. L’hotel continua a prosperare e a espandersi, diventando un simbolo di ospitalità e tradizione nel Passo San Pellegrino.

Eco
di storie passate

Il Passo San Pellegrino nella Grande Guerra

Il Passo San Pellegrino, oltre ad essere un luogo di incomparabile bellezza naturale, è stato testimone di eventi storici significativi. Durante la Grande Guerra, questa zona è stata teatro di importanti vicende belliche. Le montagne circostanti, ora scenario di pace e tranquillità, nascondono ancora le tracce di quel periodo turbolento.

All’interno dell’Hotel Arnika Wellness, gli ospiti possono approfondire questa importante storia visitando il museo dedicato, ricco di cimeli e informazioni sul ruolo del Passo San Pellegrino, e non solo, durante la Prima Guerra Mondiale.

Storie